Share Button





L'Eaton Smart è un hotel piacevole ma piuttosto caotico. In Europa siamo abituati ad alberghi ben definiti, in Asia spesso non è così. Gli hotel sono anche centri commerciali, ristoranti, centri congressi, bar e tante altre cose tutte insieme. 

Certo, questi sono servizi offerti da molti alberghi ma, non so perché, tutte queste cose in Asia si mescolano ed a volte creano confusione. Non è certo un problema, basta abituarsi. 


L'Eaton Smart ha, ad esempio, almeno quattro ingressi diversi. Uno su Nathan Road che passa però attraverso il ristorante giapponese dell'albergo, due sulla via laterale (uno con le ascensori attraverso il parcheggio, l'altro attraverso delle lunghe scale mobili) ed un altro sulla via posteriore (di servizio). Complessivamente è però un albergo gradevole in una buona posizione, con tantissimo personale e molti servizi complementari.

La stanza, la mia (anche se ho avuto occasione di visitarne altre), era decisamente piccolina anche se di design molto gradevole ed in condizioni ottime. Non era però così per tutte le stanze, agli ultimi piani le stanze sembarno di qualità inferiore o, semplicemente, in attesa di una ristrutturazione.

L'accesso alla stanza vera e propria avveniva attraverso un breve corridoio con a sinistra il bagno ed a destra un piccolo armadio a muro con la cassaforte.

La stanza era dominata dal grande e comodo letto a due piazze stracolmo di cuscini accanto al quale era posizionata (contro il muro) una piccola scrivania con una piacevole poltrona in pelle. Sul lato opposto del letto un piccolo comodino ed il frigobar. Di fronte al letto, a parete, un megaschermo piatto.

Non molto lo spazio per sistemare i valigioni o anche solo le valigette anche se era disponibile il tradizionale sgabello pieghevole appoggia valigia.

Il bagno, anche esso non molto ampio, era molto piacevole. Un ampio e luminoso specchio sopra il lavandino con un comodo ripiamo a tutta parete (su cui si trovava il consueto e ricco kit di accoglienza). Una doccia molto comoda con getto potente e box in vetro trasparente occupava tutto il lato opposto.

Come in altri alberghi asiatici il bagno aveva, proprio in corrispondenza della doccia, una finestra (vetrata?) con ampia veduta sulla stanza (e viceversa) appena stemperata da una sorta di veneziana in legno (peraltro fissa quindi non apribile ma nemmeno chiudibile).

La veduta dalla finestra non era particolarmente entusiasmante: una strada secondaria trafficata ed una scuola.

Di questa stanza, in cui ho passato molte notti, mi resta ancora oscuro su come fosse possibile spegnere la luce dell'armadio a muro. Nonostante chiudessi la porta scorrevole la luce filtrava copiosa. Personalmente non mi dava alcun fastidio ma so che ci sono persone che hanno bisogno del buio assoulto per dormire. Ho cercato interruttori nell'armadio, ho provato tutti i pulsant della centralina di comando luci alla testa del letto, Ho chiuso, aperto, socchiuso, riaperto, richiuso, risocchiuso la porta socrrevole dell'armadio. Ho cercato contatti automatici e soluzioni misteriose. Nulla da fare la luce restava accesa.
L'edificio si presentava come un medio grattacielo su Nathan Road di colore tra il rosa ed il mattone di design abbastanza anonimo ma non sgradevole.

La reception, di fatto al secondo piano fuori terra, era attrezzata con quattro desk ma un po' soffocata dalla hall non troppo ampia e schiacciata tra il bar, uno dei ristoranti e la terrazza bar.

Per poter arrivare al personale della reception (spesso due per desk, per un totale a volte smisurato di otto persone) bisognava regolarmente mettersi in coda ed attendere il loro cenno di disponibilità. Per cercare di attenuare o solo gestire la coda (che peraltro non sempre c'era) un addetto del servizio concierge si metteva a disposizione per risolvere i problemi immediati. Ovviamente nemmeno una volta ne ha risolto qualcuno.

Il personale della reception era molto gentile e molto disponibile ma sempre, per qualsiasi problema al di fuori delle cose più banali, costretto a chiedere ad un superiore l'autorizzazione, il chiarimento. Per il conto (per varie ragioni un po' complesso, lo ammetto) addirittura oltra al manager si è misteriosamente dovuti ricorrere ad un ufficio amministrativo che, però, durante il weekend era chiuso (ma se io fossi dovuto partire durante il weekend?)

Al ventitreesimo piano l'Eaton Smart mette a disposizione una palestra, non ampia ma molto ben attrezzata, ed una piscina (con acqua riscaldata, almeno d'inverno) all'aperto su una terrazza molto gradevole anche se (anche questa) non molto spaziosa.

La colazione era servita nel ristorante allo stesso piano della reception. Era molto, molto ricca con tantissime alternative. Il personale, a volte un po' svagato, cortese.

L'albergo offriva diversi ristoranti. Quello cinese cantonese, quello giapponese e quello internazionale ed a buffet. Quello internazionale che condivideva gli stessi spazi con quello a buffet il menù era molto semplice e standard, quello a buffet offriva un'ampia scelta che andava dal pesce crudo, alle ostriche, dai i noodless ed altri piatti cinesi alle costolette d'agnello ed ai gamberi alla griglia. Molto interessante l'offerta di dolci e straordinaria quella di frutta. Raramente però c'erano novità nell'offerta.

L'hotel era su Nathan Road a Kowloon, l'arteria principale e vero centro nevralgico di questo quartiere commerciale.Fermata della metropolitana (con la quale si poteva arrivare quasi dappertutto) ad un paio di isolati. Bus e minibus di linea accanto all'hotel e ferry raggiungibile a piedi in dieci, quindici minuti. Ineccepibile dal punto di vista dei trasporti (ma forse è Hong Kong ad esserlo). Shopping praticamente ininterrotto fino a tarda sera o notte. Va precisato che ad un isolato, oltre Nathan Road, si trova il night market di Temple street. Nonostante questo la posizione era ragionevolmente tranquilla.

Opinione presente anche su Trivago
Share:

0 commenti:

Posta un commento

Labels

aeroporto dublino alberghi dublino alqasr metropole hotel amman hotel anfi anfi del mar anfi residence anfi spiaggia appartamenti darwin aquamar hotel aquamarina hotel ARGENTINA arguineguin AUSTRALIA ayers rock bangkok hotel berlin checkpoint charlie berlino hotel BERMUDA bewley's hotel buenos aires hotel buenos aires palermo hotel camps bay cape town hotel casa rosada castel channel island CINA città del capo hotel cobo bay Colombo CROAZIA crown princess crowne plaza hotel cuba DANIMARCA danubius hotel dar es salaam hotel darwin desert lodge design hotel design hotel madrid dublino eaton hotel eaton smart hotel EMIRATI ARABI Esplanade Hotel fairmont hotel fitzpatrick grand central hotel FRANCIA funchal hotel gatwick hotel george street GERMANIA germania hotel GIBILTERRA GIORDANIA glasgow hotel golden tulip hotel gozo gran canaria hotel grand hotel malahide grand midwest hotel grand midwest reve grand midwest tower GUATEMALA GUERNSEY hogue du pommier HONG KONG hotel hotel abu dhabi hotel ambos mundos hotel boutique hotel copenaghen hotel de france hotel dubai hotel guatemala hotel hong kong Hotel Les Jardins Du Marais hotel londra hotel madrid hotel melbourne hotel mercure hotel new york hotel sydney hotel tourville howard johnson hotel hyde park hotel INGHILTERRA Ipsiwich IRLANDA izabal JERSEY kempinski kempinski san lawrenz hotel kowloon kuala lumpur l'avana livingston madeira hotel malaysia malesia MALTA malta hotel meliá meliá hotel santiago de cuba mercure berlin checkpoint charlie mercure hotel Mercure Sevilla La Habana Meritus Marina Mandarin merton hotel montemarina hotel new york hotel nordic light hotel Novotel Ipswich Centre ny room mate grace outbank pioneer pan pacific orchard paragon hotel parap village parigi paris hotel Park Royal on Kitchner Road pechino pestana resort petronas plaza hotel porto santo resort porto santo spiaggia PORTOGALLO purobaires hotel quinta bela são tiago hotel regents park residence riversong guest house rotana yas island saint helier saint saviour santiago de cuba scandic hotel scandic hvidovre shanghai Shangri-La silken hotel silken puerta america Singapore southampton SPAGNA SRI LANKA SRI LANKA - Colombo: The Kingsbury Hotel st peter port st pierre park STATI UNITI stoccolma SUD AFRICA svezia TANZANIA territori del nord THAILANDIA the bay hotel the caleta hotel the fairmont southampton The Kingsbury Hotel the W thistle hotel times square hotel uluru uplands hotel victoria hotel W hotel Zagabria